Cesare Battisti in cercare in Sardegna, Mauro Pili: “Decisione scandalosa, il Governo ci considera la Cayenna di Stato”

Mauro Pili non ci sta e contesta la decisione del governo di rinchiudere il terrorista Cesare Battisti nel carcere di Oristano: “Questa decisione fa calare la maschera a chi viene in Sardegna a imbrogliare i sardi e poi gli scaraventa addosso l’etichetta di discarica di Stato”

Pili, Battisti in Sardegna ( Oristano): “Decisione scandalosa del governo che continua a considerare la Sardegna una discarica di terroristi, mafiosi e delinquenti di ogni genere”.

Il candidato di Sardi Liberi non ci sta e contesta la decisione del governo di rinchiudere il terrorista Cesare Battisti nel carcere di Oristano: “Mandare questo criminale in Sardegna – continua Mauro Pili- conferma che anche questo governo considera l’isola una Cayenna di Stato. Bonafede e compagni se lo tenessero a casa loro perché in Sardegna questo delinquente è del tutto indesiderato anche dentro le carceri. Se ne infischiano delle condizioni di lavoro delle centinaia di agenti penitenziari che da anni contestano una gestione delle carceri sarde al limite del pericolo per la loro vita e per la sicurezza di tutti gli operatori. Questa decisione fa calare la maschera a chi viene in Sardegna a imbrogliare i sardi e poi gli scaraventa addosso l’etichetta di discarica di Stato”. 



In questo articolo: