Empoli bestia nera del Cagliari, ma cosa si è inceppato nei rossoblù di Maran?

Con un gol di Farias al 90′ il Cagliari strappa un pareggio al Sardegna Arena, in una partita che sembrava persa irrimediabilmente. La squadra di Maran ha sofferto sin dal primo tempo il dinamismo dei toscani

di Gigi Garau

Con un gol di Farias al 90′ il Cagliari strappa un pareggio al Sardegna Arena, in una partita che sembrava persa irrimediabilmente. La squadra di Maran ha sofferto sin dal primo tempo il dinamismo dei toscani, in particolare Di Lorenzo, Caputo e Acquah che sulla fascia sinistra del Cagliari hanno imbastito pericolose azioni d’attacco. Il Cagliari, privo dei titolari Ceppitelli e Klavan, schiera Cigarini davanti ai centrali Romagna e Pisacane, dietro agli attaccanti Joao Pedro e Pavoletti il debuttante Birsa. Dopo un gola annullato a Pavoletti per fuorigioco (al 12′) ed una grande conclusione in acrobazia del giocatore dell’Empoli Zajc, il Cagliari passa in vantaggio con la solita azione, cross da destra di Jonita e incornata vincente di Pavoletti che spedisce la palla all’incrocio dei pali.

Si va al riposo con il vantaggio dei rossoblù, nel secondo tempo Jachini inserisce Brighi per Ucan e Rodriguez per Acquah, questi cambi sembrano dare più velocità alla manovra empolese che al 25′ pareggia con un goal dell’inesauribile Di LOrenzo. Il Cagliari accusa il colpo, qualche minuto prima Birsa era stato sostituito con Faragò e dopo il pareggio dell’Empoli arriva anche la sostituzione di UNo spento Joao Pedro con Farias. AL 32′ Maran sostituisce Cigarini con Bradaric e tre minuti più tardi l’Empoli passa in vantaggio, Zajc sfrutta una dormita generale della squadra rossoblù e s’infila in area battendo Cragno. La partita sembra stregata, la stanchezza si fa sentire ma proprio al 90′, sfruttando uno svarione difensivo di Veselli, Diego Farias realizza il goal del pareggio che sembrava ormai impossibile. Alla fine possiamo dire che è un punto guadagnato, soprattutto con una diretta concorrente per la salvezza. L’Empoli si conferma bestia nera del Cagliari che comunque ha bisogno di rivedere il proprio atteggiamento, in particolare negli scontri diretti. Un plauso comunque a Barella onnipresente in tutte le parti del campo e un bravo al lottatore Pavoletti che con il collega Jonita sono stati tra i pochi a impensierire gli avversari per tutta la partita.



In questo articolo: